Orientarsi all’innovazione per costruire futuro

Che cosa significa oggi partecipare a una fiera dedicata alla formazione, all’orientamento e al lavoro?

Il punto di vista cambia se si partecipa come studente, laureato o persona in cerca di occupazione. Oppure come azienda che presenta la propria attività o un prodotto innovativo.

Da qualsiasi prospettiva si voglia guardare, la semplice partecipazione è già di per sé una scelta vincente.

Per chi partecipa come visitatore è un modo per conoscere il mondo della formazione inteso come scuola e università, per informarsi su possibili percorsi formativi e/o lavorativi, per entrare in contatto con aziende, per avere un quadro più chiaro sia in ambito scolastico/universitario che lavorativo.

Per l’azienda che con il proprio stand partecipa a una fiera significa avere la possibilità di farsi conoscere, di far conoscere il proprio lavoro, di promuovere un prodotto innovativo, di creare una rete di persone realmente interessate.

Partecipare ad una fiera significa anche vivere appieno le attività collaterali come  convegni, workshop e laboratori dove approfondire tematiche attuali ed entrare in contatto diretto con aziende che si occupano di formazione e di lavoro.

Analizziamo un caso pratico come Job & Orienta, fiera dedicata all’orientamento , alla scuola, alla formazione e al lavoro.

La manifestazione, la più importante a livello italiano, si svolge ormai da tanti anni a Verona e rappresenta un luogo di incontro privilegiato tra chi vuole orientarsi e formarsi e chi propone orientamento e formazione. Il salone, oltre ad avere un fitto calendario di appuntamenti culturali, dibattitti e seminari che vanno dall’economia e l’imprenditoria alla politica e all’innovazione, dedica numerose aree tematiche al mondo dell’istruzione, dell’educazione della formazione e del lavoro.

Nei padiglioni è possibile trovare una serie di stand dove poter avere informazioni e raccogliere materiale.

Quest’anno il tema della fiera è: “Orientarsi all’innovazione per costruire futuro”. In questa frase è racchiusa la necessità di costruire un forte legame tra la formazione e il mondo del lavoro partendo dall’innovazione. Innovazione intesa non solo come potenziamento dal punto di vista tecnologico ma anche e, soprattutto, come miglioramento nella modalità del percorso di ciascuno.

Sapersi orientare dipende dal saper orientare. Per questo motivo è necessario affidarsi a professionisti che si occupano di orientamento e formazione con strumenti studiati e realizzati proprio per raggiungere un obiettivo specifico. È questo il caso di Orienta Express, applicazione informatica che digitalizza il processo di orientamento, che andremo a presentare proprio a Job & Orienta.

La nostra applicazione propone a ciascuna persona un percorso in autodiagnosi a step che si conclude con la restituzione di un progetto di sviluppo finale che rappresenta la fotografia della persona in termini di caratteristiche peculiari, indicandone i punti di forza e di sviluppo da considerare, per operare scelte consapevoli.

Il Progetto di sviluppo parte proprio dalla descrizione di sé stessi in termini di capacità, valori, aspirazioni e interessi. Non si è sempre consapevoli di tali aspetti e pertanto, Orienta Express, si propone l’obiettivo di rendere le persone più consce di quali risorse abbiano a loro disposizione. Per questo motivo agisce su tre differenti target di età, diversificando strumenti, linguaggi e risposte adoperate.

L’idea del prodotto parte proprio dalla consapevolezza che solo una piena conoscenza di sé stessi possa portare ad intraprendere decisioni consapevoli per il proprio futuro mirate al raggiungimento di obiettivi e mete soddisfacenti, dirette tutte verso un’unica destinazione: la propria realizzazione.

Non vi resta che venirci a trovare nel nostro stand a Job & Orienta e vi racconteremo di persona come il nostro prodotto, Orienta Express, possa aiutarvi a centrare il vostro progetto di vita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *