Sei in un Paese meraviglioso! (cit.)

Avete mai fatto caso alla cartellonistica pubblicitaria lungo le autostrade? Oltre alle indicazioni di viabilità, la società Autostrade utilizza questo slogan “Sei in un Paese meraviglioso! Scoprilo con noi”, per segnalare le bellezze del territorio che si stanno attraversando.

Quante volte avete fatto caso a panorami bellissimi viaggiando da un posto a un altro?

Quante volte avete pensato  “Qui una volta mi voglio fermare e vedere cosa c’è”?

Quante volte vi siete trovati a discutere con gli amici sul fatto che il nostro sia un Paese bellissimo, con un notevole potenziale da esprimere?

Lo sanno bene tutti coloro che lavorano nel turismo e si occupano di marketing e promozione del territorio.

Lo sanno anche i turisti! Infatti  dagli studi dell’ENIT (Agenzia Nazionale del Turismo) emerge quanto questo settore sia in crescita in Italia.

Basti pensare che il nostro Paese è posizionato al quinto posto nella top10 delle destinazioni turistiche internazionali.

C’è dunque sempre più bisogno di una strategia di sviluppo del territorio nel lungo periodo.

Non sono sufficienti azioni di marketing ma servono anche attività di pianificazione e promozione strategica, al fine di mantenere questo trend positivo e ottimizzare le risorse e le attrazioni del territorio.

Proprio su questo si incentrerà il nostro prossimo corso gratuito, in partenza il 17 Maggio 2017.

Il corso, dal titolo “ESPERTO DI MARKETING TERRITORIALE”, si svolgerà a Pescara dal 17 Maggio al 28 Giugno, ed è gratuito in quanto rivolto a disoccupati e inoccupati iscritti ad Adecco e finanziato dal Formatemp.

Le domande di iscrizione (corredate di curriculum, fotocopia di documento di identità e codice fiscale) saranno raccolte c/o la sede di Oltre Srl , via Breviglieri 3, Pescara – 085 431 4112 – corsi@oltresrl.eu.

Per informazioni: info@oltresrl.eu oppure visita la nostra Pagina Facebook.

Termine per le iscrizioni: lunedì 15 maggio (ore 13.00)

Cosa aspetti ad iniziare questo viaggio! Ti aspettiamo!

 

 

Social Media Marketing LOCAL?

Molti imprenditori di piccole imprese pensano che il marketing online sia qualcosa di utile esclusivamente per le aziende che vogliono raggiungere un pubblico nazionale o internazionale.
Niente potrebbe essere più lontano dalla verità.
In realtà, il “locale search engine marketing” è fatto apposta per il marketing territoriale.

Provate a fare una ricerca per un prodotto o un servizio su Google, senza inserire il nome della città, cosa viene evidenziato dalla ricerca? Proprio così, un business locale.

Un’azienda può entrare nei risultati di una ricerca locale, se si lavora nella maniera adeguata.
Oltre l’ottanta per cento delle ricerche su Internet danno come risultato un acquisto offline. In particolare gli smartphone hanno dato vigore a questo tipo di risultato, in quanto le persone utilizzano questo strumento come una agenda telefonica: “dove andiamo a mangiare stasera?”; “Conosci un buon cocktail bar qui vicino?”; “Devo comprare dei fiori….”.
Considera anche la tua esperienza, a quante volte hai utilizzato lo smartphone come guida per acquisti, come un’agenda telefonica.

Per avere dei riscontri dalle attività di ricerca su Internet, il primo passo da fare è creare richiami nei seguenti servizi:

  • Google Places
  • Bing Places
  • Facebook Places
  • Foursquare

È necessario completare al meglio il profilo aziendale: quindi orario di apertura, numero di telefono e indicazioni stradali. E non dimenticare che se ci sono posti i cui inserire un’immagine, è importante farlo.

È anche estremamente vantaggioso includere frasi chiave nei posti appropriati.

Il segreto è semplice: completare il profilo completamente, lavorando sul presupposto che quanto più è completo il tuo profilo, migliori saranno i risultati.

Una volta che il profilo è attivo, il passo successivo è chiedere ai clienti una recensione onesta..

Alle attività descritte fino ad ora occorre aggiungere l’ottimizzazione del sito per la ricerca, la scelta di un nome a dominio adeguato, adeguare le pagine dei contatti. Insomma, tutta una serie di attività che potranno aiutare l’azienda ad essere visibile.

Queste competenze, ed altre più specifiche per l’utilizzo dei Social Media, verranno sviluppate nel corso GRATUITO “Social Media Specialist” che Oltre srl eroga a partire dall’11 aprile.

Se ti interessa partecipare, ti invitiamo a telefonare allo 085/4314112, oppure venire nella nostra sede in via Breviglieri 3, a Pescara

.

NON SI VIVE DI SOLI CURRICULA: 4 consigli per un profilo social a prova di recruiter

State cercando lavoro? Vi do una notizia importante: nel processo di ricerca e selezione di profili professionali è sempre più in espansione il social recruiting. Ciò significa che la maggior parte dei recruiter visiona i profili social dei candidati, e non solo quello LinkedIn.

La Social reputation viene presa in considerazione nella scelta del personale.

Questo non significa dover correre ad impostare su “privato” ogni contenuto del proprio profilo Facebook o rimuovere la visibilità pubblica di quello Instagram, piuttosto il contrario!

Vi consiglio di scorrere e revisionare per bene ogni account: selezionare, individuare ed evidenziare tutti quei contenuti che possono far emergere le proprie abilità e anche aspetti della vita non strettamente professionale ma che indirettamente caratterizzino il proprio profilo.

Porto un esempio: vi state proponendo nel settore Food&Beverage? Potrebbe essere interessante rendere visibili foto o contenuti che testimonino la partecipazione ad un evento di degustazione o ad un corso di formazione come quello che si sta svolgendo in questi giorni presso Oltre Srl “ESPERTO IN WINE & FOOD MANAGEMENT”.

Dunque, cosa iniziare a revisionare? Ecco di seguito alcuni consigli per gestire la propria social reputation.

  1. La foto profilo:secondo una ricerca condotta da LinkedIn, i profili senza foto hanno una visibilità nettamente inferiore. Inoltre è bene considerare che l’espressione e lo sfondo potrebbero dire molto di voi.Sceglietela con cura! Realistica, aggiornata e interessante. Sfruttate la foto copertina per esprimere qualcosa di più evocativo di voi stessi o di questo momento della vostra vita, anche strategicamente rispetto alle candidature inoltrate. Evitiamo epic fail, come foto ridicole o prese di posizione esattamente opposte all’azienda per la quale ci siamo appena candidate (direi che non è strategica la foto che vi immortala mentre bevete una Pepsi se vi siete appena candidati per la Coca Cola, fateci caso)
  2. Privacy sì: tutelate sempre la vostra privacy. E’ bene che la vostra personalità emerga ma ciò non significa aprire completamente la sfera personale, imparate a selezionare.
  3. Foto di viaggi: l’internazionalizzazione delle imprese è al giorno d’oggi un processo in continua evoluzione. Ritengo interessante dimostrare di aver vissuto all’estero o visitato diversi posti del mondo, anche se fosse per solo piacere.
  4. La lista dei “Mi piace”: questo è un consiglio che vi do e a cui pochi fanno caso. Molto spesso ci troviamo a metter “mi piace” ad una pagina senza pensarci troppo, magari perché consigliata da un amico. Beh, facciamoci caso. Se aspirate ad entrare in una delle catene food vegane più importanti al mondo, controllate di non aver messo mi piace alla pagina “I love beef” o simili 😉

Buona revisione!

 

L’agenda delle opportunità di Oltre e Nexus

agenda_post_gennaio

“L’ottimista vede opportunità in ogni pericolo, il pessimista vede pericolo in ogni opportunità.” SIR WINSTON CHURCHILL

 

Ricominciamo l’anno con le nostre attività.

Nell’agenda del mese di Gennaio abbiamo moltissime opportunità, formative e di lavoro a Pescara e in Abruzzo, che vogliamo proporvi:

  • Corso gratuito rivolto a disoccupati/inoccupati iscritti ad Adecco, a Pescara

“OPERATORE DI SEGRETERIA INTERNAZIONALE” (Dal 16 GENNAIO al 24 FEBBRAIO 2017) 240h, di cui 60h in modalità e-learning. Sede: Oltre Srl, Pescara. Per iscriversi è necessario passare in sede in via A. Breviglieri 3 a Pescara, consegnando curriculum vitae, documento di riconoscimento e codice fiscale (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30). Email: corsi@oltresrl.eu

Il corso è gratuito in quanto finanziato dal Formatemp.

Iscrizioni entro l’11 Gennaio 2017.

 

  • Corso gratuito rivolto a disoccupati/inoccupati iscritti ad Adecco, a Pescara

“TECNICO DEL MARKETING STRATEGICO E OPERATIVO” (Dal 16 GENNAIO al 24 FEBBRAIO 2017) 240h, di cui 60h in modalità e-learning. Sede: Nexus Srl, Pescara. Per iscriversi è necessario passare c/o la sede di Oltre, in via A. Breviglieri 3 a Pescara, consegnando curriculum vitae, documento di riconoscimento e codice fiscale (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30). Email: corsi@oltresrl.eu.

Il corso è gratuito in quanto finanziato dal Formatemp.

Iscrizioni entro l’11 Gennaio 2017.

 

  • OPPORTUNITA’ DI LAVORO 1: ADDETTO/A AL CUSTOMER CARE

Azienda nel settore di servizi commerciali cerca un addetto per la customer care.  Si richiedono spiccate doti comunicative e di relazione con il cliente, buone conoscenze informatiche, capacità organizzative e di gestione delle prenotazioni dei prodotti nonché una discreta conoscenza della lingua inglese. Inserimento tramite Tirocinio. Si richiede un’età compresa fra i 18 e i 29 anni. .

Inviare le candidature all’indirizzo email: chiara.devincentiis@uditemi.it

 

  • OPPORTUNITA’ DI LAVORO 2: ADDETTO AL CONFEZIONAMENTO DI ARTICOLI PER BARCHE

Importante azienda nel settore della tappezzeria per barche da diporto cerca un velaio con un minimo di esperienza, per il profilo di tappezziere o come addetto al confezionamento di articoli per barche a vela. Inserimento tramite Tirocinio. Si richiede un’età compresa fra i 18 e i 29 anni.

Inviare le candidature all’indirizzo email: chiara.devincentiis@uditemi.it

 

  • OPPORTUNITA’ DI LAVORO 3: Docente MADRELINGUA INGLESE

Oltre Srl è alla ricerca di DOCENTI MADRELINGUA INGLESE da inserire all’interno nei prossimi corsi di formazione.

Per le candidature, inviare il curriculum vitae all’indirizzo info@oltresrl.eu

 

Aspettiamo i vostri feedback numerosi! Keep calm and keep in touch!

 

Cosa hanno in comune sport e lavoro (e non intendo la fatica)

post10ottobre

Non so se ritenermi sportiva o appassionata di discipline sportive, ad ogni modo sono sempre in movimento e pratico frequentemente attività fisica.

Alcuni dicono che sono “fissata”, altri pensano che sia iperattiva, altri ancora mi guardano come fossi un’aliena. Forse hanno tutti un po’ ragione e un po’ torto, personalmente sento che è la cosa che mi viene più naturale al mondo e che desidero fare se ho un po’ di tempo libero.

Ciclicamente mi appassiono ad una disciplina (anzi, a più di una) e non la vivo come una forma di svago dallo stress lavorativo, non credo affatto sia l’atteggiamento giusto. Si tratta esattamente di un’altra cosa rispetto al lavoro, ma che di riflesso può migliorare il mio approccio allo stesso.

Riflettendoci mi rendo conto di quante cose abbiano in comune lo sport e il lavoro.

Quello che ho imparato è che le cose andrebbero fatte, praticate e vissute, non come uno stress o un antistress, ma con lo scopo di ottenere un miglioramento, dandosi un obiettivo da raggiungere e gratificandosi poi di questo.

Mi spiego meglio.

Nuotare per me non è svuotare la mente dai pensieri e dalle preoccupazioni, o per lo meno non solo, quella è una conseguenza, piuttosto è migliorare una skill, imparare a compiere correttamente uno stile, una tecnica e poi, una volta raggiunto l’obiettivo, esserne consapevole, felice e ricominciare con uno nuovo.

Così a lavoro. Un’attività lavorativa credo non debba essere percepita come un mero incarico da svolgere sempre alla stessa maniera, ma individuando nuove soluzioni e nuove opportunità, risolvendo problemi, raggiungendo obiettivi e concludendo progetti. E’ importante poi non tralasciare la presa di consapevolezza finale e capire dove far meglio.

Non è così assurdo come paragone quello tra sport e lavoro. Soprattutto se pensiamo al lavoro di squadra. La collaborazione tra colleghi aiuta molto a superare problemi e fa da sprone a dare di più.

Allo stesso modo chi pratica sport si rende facilmente conto che allenandosi con un compagno o in gruppo riscontra risultati migliori. Ci si sente stimolati e, sia nella pratica sportiva che a lavoro, se si ha feeling con il gruppo il risultato e le prestazioni sono più soddisfacenti per ciascuno.

Anche durante i nostri corsi di formazione abbiamo verificato come le attività di lavoro in team, migliorano il senso di appartenenza e sviluppano una maggiore consapevolezza del singolo rispetto ai propri limiti, portandolo ad acquisire gli strumenti utili a superarli.

Cosa ne pensate? State già preparando il borsone, vero? Il mio è pronto in macchina 😉

Scommetti sulle qualifiche elevate, sono vincenti

IdeaQuali professioni saranno quelle più ricercate nei prossimi 4 anni? Su che indirizzi devi andare per avere più possibilità di trovare lavoro?

Unioncamere e il gruppo Class, rispondono a questa domanda grazie ad un’analisi sviluppata utilizzando uno scenario benchmark, formulato sulla base delle previsioni effettuate dalla Commissione Europea DG Ecofin sino al 2017, mentre per gli anni 2018-2020 sono state utilizzate le previsioni formulate dal Fondo Monetario Internazionale nel suo World Economic Outlook.

Secondo quest’analisi su 100 persone che troveranno un lavoro entro il 2020, 41 dovranno avere una qualifica elevata (le cosiddette high skill).

Le professioni del commercio e dei servizi e quelle tecniche saranno quelle che, sotto il profilo puramente numerico, offriranno maggiori opportunità di occupazione nei prossimi 5 anni. Nel primo gruppo, spicca il fabbisogno delle professioni qualificate nelle attività commerciali (236mila unità), seguite da quelle che operano nei servizi culturali, di sicurezza e alle persone (136mila) e nelle attività ricettive e della ristorazione (119mila).

Tra le professioni tecniche le maggiori opportunità riguarderanno i profili organizzativi, amministrativi, finanziari e commerciali (circa 212mila unità), i tecnici nelle scienze della salute e della vita (136mila) e i profili scientifici, ingegneristici e della produzione (119mila).

Molto elevata anche la quota che sarà riservata alle professioni specialistiche: oltre 460mila i posti di lavoro previsti. Tra queste, prevalgono gli specialisti della formazione e della ricerca (circa 164mila unità in 5 anni) e delle scienze umane, sociali, artistiche e gestionali (125mila). I primi comprendono soprattutto gli insegnanti e i professori di scuola superiore; tra i secondi troviamo figure quali l’esperto di marketing e lo specialista della gestione e del controllo dell’impresa

Entro il 2020 saranno 2,5milioni le persone che complessivamente entreranno nel mondo del lavoro come dipendenti, imprenditori o professionisti nelle imprese o nella Pubblica amministrazione. L’analisi stima che gran parte dei nuovi ingressi sostituirà personale giunto alla pensione o, in misura più contenuta, andrà ad occupare una posizione lavorativa nuova, generata dalla crescita economica.

In sostanza due persone su cinque che troveranno lavoro entro il 2020 avranno una qualifica elevata, il 5% in più rispetto al 2016. Il fabbisogno di figure intermedie calerà, invece, di due punti percentuali portandosi al 31% della domanda totale, mentre resterà stabile al 27% la richiesta di professioni non qualificate.

I “freddi numeri” li puoi trvoare nelle tabelle che inserisco qui sotto.

Fabbisogno totale 2

Algoritmi e selezioni

iStock_000007306360_Large“Buongiorno, sono Hal 9000…possiedo un’intelligenza artificiale e sono il suo reclutatore….dica che canzone esprime al meglio la sua etica professionale…. bip….bip”

Succederà un giorno che un robot sostituirà i responsabili HR nel reclutamento delle risorse umane?

E’ quanto sostiene  Brian S. Connelly, dell’Università
di Toronto  che con alcuni ricercatori ha sviluppato una equazione, un algoritmo che nell’ambito della selezione delle risorse umane è in grado di essere più efficace del 25% rispetto ai responsabili delle risorse umane.

Questo algoritmo ovviamente non è incline ai pregiudizi: non sceglie una persona in base all’aspetto o alla provenienza da particolari zone di residenza.

Però…..

Però gli stessi autori della ricerca mettono le mani avanti, sostenendo che alcuni candidati disonesti potrebbero aggirare i sistemi di calcolo dell’equazione, riuscendo ad indirizzarli a proprio beneficio.
E poi scegliere un candidato non riguarda solo liberarsi dai pregiudizi. Un algoritmo è sicuramente in grado di calcolare gli indici di probabilità, ma riesce a giudicare le potenzialità di una persona?

Non credo ad occhi chiusi che le persone siano in grado di giudicare correttamente una persona “guardandola negli occhi o sentendo il suo odore” come sostiene qualcuno. Ma non credo nemmeno che allo stato attuale un’intelligenza artificiale sia in grado di selezionare le risorse meglio di un uomo che ha bisogno di una determinata persona in un ben definito contesto. Forse un giorno succederà, ma non è ancora giunto questo momento.

Invece il mercato del lavoro richiede specialisti HR, che supportino le aziende nel delicato percorso di selezione e gestione del capitale umano.
Per questo segnaliamo la possibilità di partecipare ad un corso finanziato Forma.Temp che intende sviluppare competenze proprio nell’ambito Risorse Umane. Se ti interessa partecipare scrivi una mail a corsi@oltresrl.eu.

Anno nuovo, vita…agli obiettivi!

Anno nuovo,

Festività concluse, inizia un nuovo anno ed è bene che sia carico di aspettative.

Dunque, stabiliamo degli obiettivi e impieghiamo tutte le energie per portarli a compimento!

Ti dò almeno 5 buoni motivi e consigli per non farti abbattere e perseguire i desiderati risultati!

  1. E’ un anno bisestile, abbiamo un giorno in più! (questa era per rompere il ghiaccio)

 

  1. Che siano obiettivi e non speranze.

Partire con un’idea concreta aiuta a concentrarsi sulla reale fattibilità e sulle modalità da attuare.

 

  1. Cerca subito delle strategie che coinvolgano solo te stesso e che puoi portare avanti con le tue sole forze.

Se sei attualmente inoccupato e sei alla ricerca di un impiego, attivati per migliorare la tua posizione a riguardo.

Cerca ad esempio le opportunità che migliorano le tue competenze, il tuo curriculum e la tua attività di ricerca del lavoro.

Noi di Oltre Srl, in partnership con Adecco Training, avvieremo dal 18 Gennaio corsi di formazione rivolti a disoccupati assolutamente gratuiti in quanto finanziati dal Forma.Temp. Sono corsi che mirano a migliorare le competenze nei percorsi professionali attualmente più richiesti dal mercato del lavoro. Se ti interessa qui troverai tutte le informazioni!

 

  1. Per ogni obiettivo raggiunto ipotizza un’attività gratificante da concederti (un acquisto desiderato, un piccolo viaggio, un’attività ristoratrice…una festa! Perché no!)

 

  1. Condividi i tuoi obiettivi!

Ti aiuterà a mantenere sempre il focus sul traguardo e anche quando avvertirai momenti difficili parlane con qualcuno: condividere la propria esperienza può sempre aiutare a rimettersi sulla strada da perseguire o ripianificare la rotta per raggiungere la meta!

Buon anno e Good Luck!

 

Resiliere, resiliere, resiliere

PiantineMi hanno dato sempre un po’ fastidio i termini che rapidamente diventano di moda. Il giorno prima nessuno ne conosce l’esistenza ed il giorno dopo, tac….sono sulla bocca di tutti.

Con la parola “resilienza” è successa la stessa cosa. Ho cominciato ad incrociare questa parola in qualche convegno et voilà: pian piano tutti parlano di resilienza.

La cosa, come dicevo, mi ha provocato un po’ di orticaria, anche perché non ne vedevo gli aspetti positivi. Ho cominciato allora a cercare di capire meglio il significato e su Wikipedia ho trovato questa definizione:

In psicologia, la resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, senza alienare la propria identità.

Partendo da questa definizione ne ho sviluppato allora tutte le implicazioni positive.

Se infatti siamo in grado continuare a perseguire obiettivi sfidanti, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà e gli altri eventi negativi che si incontreranno sul cammino, allora siamo resilienti.

E penso che compito di Oltre srl  sia insegnare ad essere resilienti, l’ho sempre vissuto come parte della mission di questa azienda.

Uno degli obiettivi di tutte le nostre attività, da MyKlondike ai corsi Formatemp, è aiutare le persone che ci seguono a fissare obiettivi indirizzati alla realizzazione di se stessi. Che poi significa essere se stessi nella realtà.

Quindi essere resilienti vuol dire non fermarsi davanti agli ostacoli che incontreremo nel nostro percorso, e non  deprimersi se non riusciamo a superarli al primo colpo.

So sulla mia pelle quanto sia difficile accettare le sconfitte come parte della crescita, o cosa voglia dire trovare davanti a sé un ostacolo che sembra alto come l’Himalaya. Eppure la vita è questa, ed è sempre stata questa. E ciascuno di noi è in grado di affrontare queste difficoltà.

Se ti interessa essere resiliente, fai una chiacchierata con noi: contattaci!

Vedo, prevedo e stravedo….Ovvero i lavori del futuro

futuro lavoroA settembre riprendono a pieno ritmo le attività formative e quindi vengono proposti corsi con diversi obiettivi. Un’azienda come Oltre srl come fa a decidere che corsi mettere a catalogo per il nuovo anno?

In sostanza siamo persone che vivono e vedono il presente, il loro territorio ed hanno strumenti per intercettare i trend del futuro nell’ambito della occupazione. E’ una parte importante del nostro lavoro e ce la gustiamo con passione.

Quest’anno però abbiamo voluto fare qualcosa in più per venire incontro alle esigenze di coloro che seguono le nostre attività con tanto calore.

Per aiutali a scegliere gli ambiti in cui impegnarsi abbiamo chiesto a 28 persone tra imprenditori, formatori e responsabili HR come vedono il futuro. Cioè quali sono le conoscenze e/o le competenze che i lavoratori del futuro dovranno avere.
Per futuro abbiamo inteso un arco temporale che abbraccia i prossimi 5 anni

Le risposte (ovviamente) qui sono anonime. Sono da leggere con calma, ma già si possono individuare quattro ambiti sui quali la maggior parte delle risposte converge: social e web marketing;  analisi dati; multiculturalità (comprese le lingue); green economy.

  1. Le aziende avranno bisogno di marketing che sia in grado di combinare le competenze di storytelling con un’analisi dei dati per prevedere il comportamento dei clienti e quindi connettersi con loro attraverso narrazioni avvincenti.
  2. Prevedo che il lavoro più richiesto da qui a 5 anni sarà l’analista tecnico. Saranno molto ricercate le persone con una solida base di pensiero logico e con la capacità di vedere il quadro generale pur possedendo il set di strumenti per esaminare gli aspetti particolari. È necessario essere in grado di individuare, modellare, analizzare e sfruttare i dati per produrre valore per le organizzazioni.
  3. Le aziende dovranno sempre più fare i conti con i costi relativi agli effetti del cambiamento climatico, perseguendo attivamente la riduzione dell’inquinamento e quindi prosperare in in un’economia a bassa emissione di carbonio. I laureati che vengono formati sulla sostenibilità saranno molto richiesti.
  4. I datori di lavoro continueranno a cercare leader innovativi, che sanno usare le loro competenze per creare impatto sociale positivo a livello locale, nazionale e globale.
  5. Il luogo di lavoro del prossimo futuro rifletterà la diversità della nostra popolazione, in termini demografici ,di etnia, genere, o pensiero; i lavoratori dovranno avere una mentalità più inclusiva.
  6. La capacità di lavorare con i dati e sviluppare approfondimenti basati sulle analisi dei dati sarà un aspetto critico per ogni settore e continuerà a crescere in importanza.
  7. Le Competenze necessarie includono l’intelligenza sociale per adattare il linguaggio e il comportamento, al fine di lavorare in modo efficace con i grandi gruppi, e la competenza interculturale per lavorare non solo in diversi contesti culturali, ma in gruppi, tra diverse generazioni, abilità e stili di lavoro.
  8. I responsabili HR chiedono a gran voce nuovi revisori IT in grado di applicare le competenze di indagine tecnologica per individuare frodi, debolezze di sicurezza e di scorrettezza finanziaria.
  9. Con i cambiamenti climatici e la crescente domanda di energia a livello globale, la comprensione di come il complesso problema dell’industria vada ad impattare la sostenibilità sarà un vantaggio competitivo in qualsiasi campo.
  10. Data la sovrasaturazione dei social media e del marketing online, i datori di lavoro avranno bisogno di persone che sappiano come costruire relazioni, spostando l’attenzione dall’online alle connessioni interpersonali , così da avere un maggiore benessere sul luogo di lavoro e impegno dalla forza lavoro.
  11. La capacità di raccogliere, analizzare e interpretare i dati sarà fondamentale, in quanto permea ogni attività aziendale e sociale.
  12. Ci sarà più crescita dell’occupazione nell’ambito del sistema sanitario e del settore dell’assistenza sociale che in tutti gli altri, il prossimo decennio.
  13. Gli studenti che acquisiscono competenze avanzate di Excel, o di Visual Basic Applications Edition (VBA) avranno un forte vantaggio nel mercato del lavoro .
  14. Il lavoro sarà sempre più non di routine, ma piuttosto consisterà in professioni cognitive, che richiedono capacità di pensiero critico e di problem solving, così da essere creativi, con un indispensabile insieme di abilità flessibili.
  15. Il mondo è complesso e in continua evoluzione; l’istruzione è importante, ma non è importante quanto essere in grado di dimenticare ciò che hai imparato non appena diventa obsoleto, e quindi apprendere nuove competenze e conoscenze.
  16. Ci sarà una crescita della domanda – e dei salari – per il marketing con competenze moderne, come l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), la creazione di contenuti/contenuti di marketing, email marketing/marketing automation, social media marketing e pay-per-click .
  17. Gestione dei dati, dei dispositivi e dei media digitali su piattaforme multiple sarà essenziale come la necessità di accedere, analizzare e interpretare le informazioni in tempo reale.
  18. I leader di successo, sia donne che uomini, saranno quelli che portano l’integrazione nella loro testa e il cuore sul posto di lavoro. Le aziende daranno un elevato valore alla capacità relazionale e sarà un elemento chiave di differenziazione nella valutazione del talento .
  19. Ci sarà una grande richiesta per leader che dimostrano di essere pronti ad adattarsi efficacemente in ambienti culturali trasversali prendendo incarichi e lavorando con gruppi di lavoro che li spingono al di fuori della loro zona di comfort.
  20. I laureati dovranno comprendere il triplice processo alla base delle decisioni: persone, pianeta e profitto.  Per essere manager efficaci e di successo a partire da ora e in futuro.
  21. Chiunque abbia dimostrato la capacità di imparare in fretta, è versatile, è disposto ad essere flessibile, e possiede un approccio in grado di trattare l’opportunità di lavoro con responsabilità, sarà non solo ricercato, ma ancor di più apprezzato in una economia globale e in rapida evoluzione.
  22. Con il mercato globale che continua ad espandersi, i lavoratori con una vera e propria “mentalità globale”, una solida comprensione delle differenze culturali, e almeno una capacità bilingue, avranno un vantaggio competitivo sugli altri.
  23. Dato il mondo globale in continua espansione, i datori di lavoro vogliono persone con forti capacità di comunicazione interculturale, e quindi anche multilingue.
  24. Data la crescente importanza del design nell’innovazione di prodotto, già esiste una forte necessità di progettazione consapevole. Una progettazione che comporta una profonda conoscenza del comportamento umano integrato con le analisi di marketing.
  25. Con le opzioni in continua espansione nell’ambito dei mezzi di comunicazione, la capacità di utilizzare questi metodi da un punto di vista tecnico e quindi saperli sfruttare in modo efficace per collaborare e comunicare con i membri dei team e con i clienti sarà fondamentale per i dipendenti del futuro.
  26. I datori di lavoro cercheranno i candidati che sono capaci di andare oltre l’ufficio, il laboratorio o l’aula per avviare progetti indipendenti mostrando così la loro capacità di prendere iniziative e dimostrare leadership.
  27. Laureati con un forte background in scienze della salute saranno molto richiesti, visti i rapidi progressi nei sistemi di nanotecnologie e biotecnologie.
  28. L’imprevedibilità è una certezza, il che significa più che mai che le capacità di apprendimento permanente sono veramente essenziali per il successo. I datori di lavoro avranno bisogno di lavoratori formati nell’analisi dei dati, con la capacità di pensare rapidamente e la volontà di apprendere continuamente nuove competenze in un mercato in continua evoluzione