INIZIA L’ESTATE! COME TRASFORMARE LO ZAPPING ONLINE IN AUTOAPPRENDIMENTO

Da leggere in modo leggero.

Ok, mi piacciono i giochi di parole, ma quello che voglio intendere è che di seguito ci saranno solo consigli di lettura scanzonati…ma utili sul lavoro!

Oggi inizia l’estate e non c’è niente di più piacevole del rilassarsi al mare, al parco o sul terrazzo, con una lettura e una buona informazione.

Non parlo esclusivamente di libri, ma anche di tutti quegli articoli che molto spesso troviamo girovagando nel web (operazione che chiamo “zapping online” e che mi trova impegnata quasi tutte le sere dalle 21 in poi).

In queste occasioni mi imbatto in moltissimi articoli e post interessanti, utilissimi per restare aggiornata nel mio ambito professionale.

Accade diverse volte che le informazioni sono tante e ne vorrei rimandare la lettura.

E succede sempre che d’estate i momenti di svago e relax sono più frequenti: un viaggio in treno, una giornata al mare, un momento all’aperto al parco o in terrazza. Ne approfitto così per ripescare questi post e fare buone e leggere letture di informazione.

Sicuramente è cosa comune a molti, ma per farlo senza stress servono anche gli strumenti giusti!

Dunque voglio consigliarvi alcuni tool che agevolano la catalogazione e riposizione di questi articoli e permettono piacevolmente di averli sottomano in momenti scanzonati che “quasi quasi mentre sono sul treno/prendo il sole al mare/mi rilasso in giardino, ne approfitto per qualche buona lettura e aggiornarmi”.

Personalmente questo lo trovo utilissimo e parte integrante del processo di autoapprendimento.

Ecco quindi alcuni strumenti di lettura e informazione veramente agevoli (e personalmente testati):

Flipboard (https://flipboard.com/)

È un classico aggregatore di notizie. Funziona molto bene per catalogare gli articoli a seconda degli interessi e sfogliare quelli inerenti gli argomenti preferiti, liberamente individuabili.

Issuu (https://issuu.com/)

È un’applicazione gratuita che permette di sfogliare riviste da pc, tablet o smartphone.

È possibile creare cataloghi di lettura, appuntarne alcune parti e anche condividerle su altri Social Media o via mail.

Pocket (https://getpocket.com/)

Si tratta di una reminder App che salva con un solo click le pagine web che non abbiamo il tempo di leggere. Lo strumento più immediato di tutti, soprattutto se si abbina l’estensione di Google Chrome.

Allora se andate di fretta, salvate questo articolo per una lettura successiva in relax su uno di questi tool, e ci risintonizziamo sotto l’ombrellone!

TRUE COLORS

“But I see your true colors shining through” 

1 anno e mezzo fa Oltre srl ha cambiato logo. Cambiare l’immagine che rappresenta un’azienda è sempre qualcosa di delicato e importante. È vero che a volte si tratta solo di una rinfrescata, giusto per aggiornarsi al passare del tempo. Molto spesso invece è qualcosa di più radicale.

Il logo non è solo un simbolo che deve essere ricordato: è la rappresentazione grafica di un’idea, è il modo per dire “Ecco, questi siamo noi” e per ricordare a noi stessi, a coloro che ci lavorano “Questi sono i motivi per cui ogni mattina ci svegliamo, prendiamo il treno (o la macchina, o la bicicletta….) e puntuali arriviamo in ufficio.”

Quando abbiamo dato il via all’avventura di Oltre avevamo scelto un logo molto “rassicurante”. Molto serioso.
Due anni fa però ci siamo detti che l’idea alla base del nostro lavoro era di far scoprire l’intimo colore di tutti coloro che avevano bisogno del nostro aiuto.
E così abbiamo voluto dare subito un’idea di ciò in cui crediamo, sviluppando un logo che abbracci tutti i colori dello spettro. Perché costruire un percorso di crescita professionale insieme a qualcuno non vuol dire “trovargli un posto di lavoro”, ma inserirlo nel giusto contesto conoscendo le sue peculiarità, quindi i suoi “colori. E attraverso questi assicurargli la giusta collocazione professionale.

Perché esistono infinite sfumature, ed ognuno è rappresentato da una di queste nuance. Tutto il resto è fuffa. Possiamo anche far finta di assicurare un posto di lavoro attraverso un curriculum, ma in realtà il match tra domanda e offerta si fa anche assicurando la giusta attenzione alle persone così da poter offrire un futuro felice a lungo termine.

Questo modo di approcciare il lavoro ci permette di avere, al termine dei corsi di formazione che eroghiamo, delle percentuali di placement assolutamente eccezionali. Per questo ogni giorno la nostra Agenzia parla con delle persone e non con dei record  di un database, cercando la strada migliore verso il futuro di ognuno. E i nostri orientatori e coach si dedicano a creare sempre nuovi strumenti che possono aiutare a far brillare i colori di ognuno.

Perché

“I see your true colors
And that’s why I love you
So don’t be afraid to let them show”

(Vedo i tuoi colori ed è per questo che ti amo
E allora non aver paura di mostrarli)

P.S. I see your true color è una bellissima canzone di Cindy Lauper. Se volete ascoltare la versione originale la trovate qui: https://www.youtube.com/watch?v=LPn0KFlbqX8.

Se volete una versione più recente, Justin Timberlake ne ha cantata una per il film Trolls e la trovate qui

https://www.youtube.com/watch?v=3JIpIsgHqV0

PP.SS: Grazie a Mauro Vanni, che ci ha aiutato a rappresentarci così colorati, a Ludovica Persichitti e Massimiliano Zulli compagni di progetti di comunicazione e voli pindarici.