UTILIZZI I SOCIAL NETWORK PER TROVARE ISPIRAZIONE?

blog2

Quante volte capita di dover svolgere un nuovo lavoro e non sentirsi ispirati né concentrati a sufficienza per iniziare?

Quelle volte in cui si sente il bisogno di un motorino di accensione e il caffè (panacea di tutti i mali della giornata lavorativa) non può sortire alcun effetto…

Non mi riferisco esclusivamente a lavori di grafica e comunicazione, ma a qualsiasi attività professionale che presupponga una nuova partenza e necessiti di una miccia per iniziare a carburare.

Personalmente penso che in questi momenti l’approccio ai Social Network sia molto utile…per lo meno nel mio caso funziona!

Generalmente potrei distinguere le seguenti fasi:

  1. Il distacco.

Per prima cosa mi allontano un po’ dall’obiettivo, e cerco ispirazione altrove.

In questi casi alcuni Social Network sono il mio “spotter”: Facebook per studiare il target, Twitter se mi interessa misurare (a grandissime linee) quanto di quell’argomento si parla e in che modo, Instagram e Pinterest se ho bisogno di un riscontro visuale.

 

  1. L’osservazione.

A volte mi chiedo se non esistesse il web come lavorerei. Molto probabilmente sarei molto più osservatrice dell’esterno e dei meccanismi di comunicazione tra gli individui…

In questa fase di osservazione più approfondita individuo poche parole chiave del lavoro e avvio una ricerca sui Social Network rispetto a queste.

 

  1. L’analisi e le annotazioni.

Potrei creare un file testo in cui inserire 3-4 link o una cartella se ho bisogno di conservare contenuti visuali, ma in questi casi ci sono risorse web che vengono d’aiuto!

Pinterest è eccezionale per le annotazioni: è possibile infatti “pinnare”, cioè appuntare, i contenuti visuali in cartelle create ad hoc (che volendo si possono tenere segrete).

C’è anche Issuu, un aggregatore di riviste digitali sfogliabili in maniera gratuita online, che è ottimo per prendere nota di contenuti, foto e immagini. Chi ha un account infatti può scegliere riquadri da salvare e condividere anche sulla stessa cartella creata su Pinterest.

 

In questo modo, attivando l’osservazione e l’analisi, è più stimolante iniziare e trovare l’ispirazione.

Attenzione però: buon senso e timer alla mano, il rischio di perdersi e alla fine spendere più tempo del necessario è altissimo!

 

 

 

OTTIMIZZARE I TEMPI DI LAVORO. Come realizzare una presentazione velocemente

ottimizzare i tempi di lavoro (1)

 

Hai presente quando ti chiedono: “Sai, ci sarebbe un evento/ riunione/ convegno, mi prepareresti qualcosa da presentare a video sul progetto che abbiamo sviluppato? ”

Succede… non solo a lavoro, e accade sempre più spesso dover preparare una presentazione da proiettare in una sala a più persone.

Il 99% delle volte la tua reazione è: “Sì certo, ho il materiale a disposizione, anche troppo…tutto sta nel metterlo insieme. Per quando deve essere pronta?”

Nel 99,9% delle volte una presentazione doveva già esserci, dunque occorre realizzarla nel più breve tempo possibile.

Fare i lavori in fretta non è proficuo, ma diciamoci la verità, per realizzare una presentazione non occorre molto tempo…serve programmazione!

Prima di iniziare è FONDAMENTALE pianificare. In base al tempo di durata della presentazione, andrai ad elaborare lo storyboard: una bozza delle slide, in cui visualizzi le “vignette” che comporranno la presentazione finale.

Se non pianificherai, ti ritroverai dopo diverse ore alla seconda slide scegliendo il colore di sfondo e sapendo che manca ancora tutto da spiegare. Ti ridurrai poi alla fine a fare un copia e incolla di contenuti preparati precedentemente per la stampa (quindi testi…non adatti!) che renderanno soporifera la presentazione.

Che fare dunque per realizzare una presentazione efficace in poco tempo?

  1. Prima di tutto non riempire una slide di informazioni.

Usa un solo concetto per slide e scrivi per parole chiave.

Ricorda che una presentazione non serve ad aiutare chi presenterà a voce, ma deve essere d’impatto per l’ascoltatore.

Quindi “Less is More”: ridurre al minimo ed evitare contenuti superflui è il primo passo per evitare di perdere tempo.

 

  1. Dedica tempo allo storyboard.

Come anticipato prima, è un errore pensare che realizzare lo storyboard sia una perdita di tempo.

Decidere la struttura della presentazione aiuta ad essere più efficaci. Si riesce così ad impostare il fulcro della comunicazione senza rischiare di dover tornare indietro ad inserire informazioni dimenticate.

 

  1. Ricorri a Tool online per creare presentazioni

Nel web ci sono molti tool gratuiti per realizzare presentazioni  a video.

Il vantaggio sta nel  fatto che i layout sono preimpostati, e l’abbinamento colori/font il più delle volte è predefinito, in una serie proposta dal programma. Ciò permette di evitare perdite di tempo nella scelta del tipo di carattere o dei colori testo/sfondo.

Te ne consiglio alcuni, sono gratuiti e da provare!

https://slides.com/

https://www.haikudeck.com/

https://www.canva.com/

https://prezi.com/

E buona presentazione!